Il delitto di ‘lasciar correre’, il dovere del riconoscimento e della riconoscenza

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. stefano.dandrea ha detto:

    Celebrare. Riconoscere. Testimoniare. Ricordare. Festeggiare. Tutto perfetto. Ma cosa c'entrano "l'indifferenza e l'assuefazione"? Sembrano due piani diversi. E non direi che uno è "sfondo" dell'altro.

    • E’ la contrapposizione tra estesia e anestesia. Il mio è un invito ad assumere un approccio estetico (est-etico), un atteggiamento, cioè, capace di stare dentro alle ‘cose’, di viverle e sentirle, di contro agli abbondanti, diffusi e comodi meccanismi difensivi volti a ‘lascir correre’, a ‘far finta di niente’, insomma a negare le ‘cose’, anche quelle ‘belle’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.