Una iattura chiamata Europa

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. Declassamenti e colonizzazione. In queste ore Standard and Poor's (S&P) ha declassato a catena Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Austria, Cipro, Malta, Slovacchia e Slovenia. Per i meccanismi esistenti nel mercato finanziario globale a dominanza USA, si paventa un innalzamento dei costi di indebitamento di Stato ed imprese. 

    Ad indebolire, se non vanificare, i provvedimenti sociali capestro e le svendite in corso d'opera come nel caso italiano. 



    Motivo del declassamento: le misure varate sono giudicate ''insufficienti''. 

    In nuova impennata gli spread. 



    Eppure S&P, pur giudicando a rischio l'economia e le finanze italiane, salva l'esecutivo euroatlantico guidato da Mario Monti: avverte infatti che un ulteriore taglio del "rating" (grado di solvibilità dei debiti) sarà effettuato nel 2012 o nel 2013 se lobby e interessi particolari non ne accoglieranno le riforme o anche solo se ci fosse una fine prematura del suo mandato. 

    Forte del sostegno e della "promozione" di S&P, Monti ha dichiarato di essere ancora più determinato nel prosieguo del programma di riforme anti-sociali ed anti-nazionali stabilito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.