Autore: Andrea Riaca

0

Il caso Lockheed e l’evoluzione del quadro politico italiano

di ANDREA RIACA’ (ARS Lazio) I meno giovani ricorderanno lo scandalo che nella seconda metà degli anni settanta investì importanti uomini di Governo della Prima Repubblica: il caso Lockheed. In quegli anni le prime pagine dei giornali e delle televisioni furono monopolizzate dalle notizie relative a questa vicenda ed il dibattito che ne conseguì infiammò la normale dialettica politica portandola su toni e su piani, che oggi appaiono abituali, ma che fino ad allora erano...

3

La gloriosa Repubblica romana

La Villa Pamphili all’ingresso di San Pancrazio ci appare oggi, nel tepore della radiosa biondezza del maggio romano, un luogo festoso, aulente di primavera, animato da bambini che giocano, famiglie che fanno pic nic, gente che corre o fa ginnastica, innamorati che si scambiano effusioni, persone, per lo più, ignare del fatto che quel breve tratto in prossimità della cinta del Vascello, prima della biforcazione di via Aurelia Antica (nella zona che oggi i romani...

0

L’incompatibilità tra l’art. 42 della Costituzione italiana e l’art. 1 del Protocollo n. 1 allegato alla Convenzione dei diritti dell’Uomo in relazione alla disciplina dell’esproprio per pubblica utilità.

Con le storiche sentenze n. 348 e 349 del 2007 e, successivamente, con la n. 338 del 2011 la Corte Costituzionale ha da un lato risolto la “vexata quaestio” relativa all’indennità conseguente all’espropriazione per pubblica utilità e dall’altro l’intricata questione di carattere generale relativa alla gerarchia delle fonti tra norme nazionali e norme della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU). Quanto alla questione relativa all’indennità espropriativa il contrasto tra Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e...

0

Scuola: dalla riforma Gentile alla rottamazione di Renzi.

La raccomandazione del 2 giugno scorso del Consiglio dell’Unione Europea sul programma nazionale di riforma 2014 dell’Italia al punto 14 recita: “L’insegnamento è una professione caratterizzata da un percorso di carriera unico e attualmente da prospettive limitate di sviluppo professionale. La diversificazione della carriera dei docenti, la cui progressione deve essere meglio correlata al merito e alle competenze, associata ad una valutazione generalizzata del sistema educativo, potrebbero tradursi in migliori risultati della scuola. Per assicurare...

2

Riscoprire l'importanza dello Stato.

Da un’analisi spicciola sulla recente evoluzione del quadro politico nazionale balza palesemente agli occhi il proliferare di posizioni anti-euro. Non soltanto in partiti minori come Fratelli d’Italia e in partiti che sono sempre meno minori come la Lega, ma anche in frange sempre più consistenti dei partiti dominanti come PD, PDL e M5S. La fine dell’euro è un processo naturale quanto ineludibile. Non soltanto perché l’unione monetaria dà luogo a contraddizioni, sia economiche che giuridiche,...

1

Uno spiraglio di luce dalla Corte Costituzionale nelle tenebre dei Trattati europei.

Il diritto internazionale generale è consuetudinario anche se sovente viene raccolto in grandi convenzioni che generalmente fanno capo alle Nazioni Unite. Il diritto internazionale generale costituisce la fonte suprema nel sistema delle fonti delle norme internazionali al quale sono subordinate le norme scaturenti dal diritto internazionale pattizio (cioè i trattati) in cui rientra, dunque, anche il diritto europeo. Questa basilare collocazione nella gerarchia delle fonti sembra spesso sfuggire alle istituzioni europee, le quali, autointerpretandosi, vorrebbero...

2

Il possibile conflitto di interessi di Renzi con gli italiani.

Nella trasmissione televisiva “La Gabbia” di Gianluigi Paragone, andata in onda domenica 2 novembre scorso, è stato trasmesso un servizio che, se veritiero, disvelerebbe una realtà molto preoccupante per la già claudicante impostazione democratica della Repubblica italiana. Si tratta di un’intervista a Davide Serra, speculatore finanziario di mestiere nonché amico personale e sponsor del Premier Matteo Renzi. Nel rispondere alle domande della giornalista lo stesso Serra ha ammesso con spudorata baldanza di aver dato vita...

0

La Legge di stabilità e l’ingannevole evergetismo renziano.

Al Tg Rai delle 13.00 del 18 ottobre a proposito della legge di stabilità hanno parlato di “manovra espansiva ottenuta attraverso un taglio delle tasse coperto con la riduzione della spesa pubblica”. Gli fa eco Linda Lanzillota Vice Presidente del Senato intervistata a Skytg24 Pomeriggio: “Legge di stabilità: Manovra espansiva come non si vedeva da vent’anni”. E ancora da un ANSA del 16 ottobre: “Una manovra da 36 miliardi di euro, espansiva e studiata con...

1

Il prometeico Enrico Mattei.

(Prometeico Dal Dizionario della Lingua italiana. Significato: “1) Di Prometeo, mitologico titano che sottrasse il fuoco a Zeus per donarlo agli uomini. 2) Che si caratterizza per un eroico e disperato spirito di sfida”).   Proprio in questo mese di sessantadue anni fa moriva Enrico Mattei. La sua figura è stata volutamente abbandonata all’oblio. Infatti il disegno politico-economico di Mattei, che in larga parte realizzò, è ancora attualissimo e continua a dar fastidio, a più...

0

Privatizzazioni e altre catastrofi.

Dallo studio condotto dal commissario alla spending review, riportato qualche giorno fa dalle maggiori testate giornalistiche italiane, è emerso che ben 1430 società partecipate dagli enti locali su oltre 5200 (circa il 27%) ha i bilanci “in rosso”. E’ facile ipotizzare che nel decreto “sblocca Italia” vi sarà un’imponente dismissione di queste aziende per la gioia dei grandi investitori privati che potranno finalmente mettere le mani sul ricco bottino dei servizi pubblici. I media si...

1

Democratia delenda est!

Con l'adesione ai trattati europei la "lex mercatoria" trans-nazionale si è sostituita alla Legge dei Parlamenti nazionali. Di fatto, oggi, le Assemblee elettive nazionali si limitano a ratificare i provvedimenti fondamentali già deliberati “aliunde”, da organismi sovranazionali composti da nominati (BCE, CE, WTO, FMI, OCSE), residuando in capo agli organi elettivi esclusivamente le prerogative di approvazione delle sole "leggi cosmetiche" funzionali ad infondere nella popolazione unicamente il sentore di una mera parvenza democratica. Il Parlamento...

0

La repressione finanziaria come antidoto all’ERF e all’aporia del debito pubblico ipertrofico.

Sono passati poco meno di tre mesi da quando il Prof. Antonio Maria Rinaldi nel corso della trasmissione televisiva condotta da Gianluigi Paragone “la Gabbia” portava all’attenzione del grande pubblico, sdoganandolo dal ristretto circolo degli addetti ai lavori, il funzionamento di questo nuovo “leviatano giuridico” in gestazione presso l’UE. (1) Stiamo parlando dell’ European Redemption Fund (contraddistinto dall’acronimo ERF) cioè fondo di redenzione europeo, elocuzione in limine al misticismo, come se gli Stati fossero dei...