Autore: Riccardo Paccosi

1

Il 5 giugno, a Roma, nasce il Fronte Sovranista Italiano: tra attacco al costituzionalismo e nuovo 1848

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna) Stiamo per attraversare cinque mesi di discussione sulla Costituzione della Repubblica Italiana, dovute al fatto che a ottobre ci sarà il referendum sulle modifiche costituzionali messe in campo dal Governo Renzi. In questa discussione, i renziani sicuramente ri-tireranno fuori la teoria di Mortati e Bobbio secondo cul la costituzione formale (cioè scritta) deve adattarsi alla costituzione materiale (cioè alla società che cambia). Poi ci saranno quelli “a sinistra del PD”...

8

Il movimento francese del '95 e quello attuale, tra sinistra ultraliberista e post-fascisti che mostrano il volto di sempre

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna) Nel 1995 si aprì in Francia un ciclo di conflitto sociale più intenso di quello attuale. Andando a memoria e rischiando quindi qualche imprecisione, possiamo dire che quel movimento durò all’incirca due anni, generò ampi fenomeni di guerriglia urbana e, malgrado i grossi disagi dovuti agli scioperi a oltranza di trasportatori e controllori di volo, ottenne un certo consenso presso l’opinione pubblica. Di lì a poco, il governo Juppé di...

2

Miseria dell’anticomplottismo

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna) Il seguente intervento è parte di una coppia di articoli. Va dunque letto insieme al suo omologo Miseria del complottismo. Una premessa per entrambi gli articoli Complottismo e anticomplottismo, innanzitutto, non sono ideologie bensì costellazioni ideologiche che, da una parte, risultano estremamente eterogenee nella loro composizione interna e, dall’altra, stanno col passare del tempo acquisendo tratti politici e valoriali sempre più definiti. Entrambe le costellazioni ideologiche hanno altresì in comune...

7

Miseria del complottismo

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna) Questa coppia di articoli di Riccardo Paccosi rappresenta un ottimo inquadramento dei fenomeni antitetici e complementari del complottismo e dell’anticomplottismo, due atteggiamenti mentali significativi, anche se passeggeri (a parer mio), che non possono essere trascurati da chi si va approcciando a nuove prospettive politiche. Entrambi contribuiscono, in una certa misura, ad immiserire la discussione politica, e, quindi, ad allontanare i cittadini da una elaborazione di analisi e proposte su basi...

0

Immigrazione e ideologia dominante: quando le cose richiedono più di una spiegazione

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna)   Faccio due esempi di altrettanti enunciati dell’ideologia dominante che, per essere confutati, necessitano di più gradi d’argomentazione. 1) Il primo enunciato-esempio recita: “gli italiani non fanno più figli, dunque per sostenere il sistema previdenziale e sanitario, abbiamo bisogno di milioni di immigrati in più”. Dinanzi a questo slogan noi – working class e ceto medio impoverito – siamo tutti impotenti. Non perché lo slogan affermi il giusto ma perché,...

8

Caro Saviano, ti sbagli: la responsabilità della crisi è degli euro-estremisti

di RICCARDO PACCOSI (ARS Bologna) C’è un giovane e noto scrittore che un gruppo editoriale – portavoce delle èlite economiche – ha deciso qualche anno fa di far assurgere al ruolo di “intellettuale”, malgrado il fatto che il giovanotto non possieda alcuna competenza di politica, filosofia, economia e sociologia. Oggi, il giovane scrittore ci viene a dire che la colpa della precarietà lavorativa ed economica, sarebbe dei nostri genitori che hanno sperperato il denaro pubblico....

3

Charlie Hebdo e Dieudonné: la satira al centro delle strategie di potere

di Riccardo Paccosi* L’11 gennaio abbiamo visto i principali capi di Stato europei sfilare a Parigi contro il terrorismo e, al contempo, in nome della libertà di satira. La valenza simbolica di quel corteo è stata molteplice. Innanzitutto, il fatto di vedere i capi di Stato partecipare non già a una liturgia istituzionale, bensì a un corteo – ovvero a una forma di rappresentazione collettiva che ha caratterizzato per due secoli il conflitto fra società...

4

Perché vogliono modificare il Titolo V della Costituzione? Piccola analisi del rapporto fra sovranità e territorio.

Il capitalismo opera su più livelli, ma chi gli si oppone non riesce ad analizzare più di un problema alla volta In quell’ambito frazionato e caotico che è oggi l’analisi politica, alcuni paradigmi interpretativi stanno cominciato ad acquisire peso crescente. Innanzitutto si è diffusa la consapevolezza di come, in tutto l’occidente, il capitalismo stia attuando una strategia di ridefinizione, in senso post-costituzionalista, della sovranità popolare e della dêmos-crazia. Dal momento che la sovranità popolare è...

2

Come l’antiberlusconismo tornò utile ai nemici della Costituzione

Ci sono ragioni per pensare che, stavolta, il ciclo politico di Berlusconi possa essersi davvero concluso. Ovviamente, come tante volte dal ‘96 a oggi, questa valutazione potrebbe invece rivelarsi errata. Ipotizzando però che il capolinea sia arrivato davvero, cosa rimarrà di quel sistema concettuale e valoriale che è stato l’antiberlusconismo? E soprattutto: quali alibi rimarranno, senza più Berlusconi, per giustificare le politiche che, da due anni a questa parte, stanno concretamente demolendo la Costituzione? La...