Categoria: Editoriale quotidiano

0

Psicopatologia del liberale

di FRANCESCO CARPAGNANO (RI Siracusa) A sentire certa gente, i dipendenti pubblici sarebbero dei privilegiati, gente che gode di trattamento e diritti che i lavoratori privati si sognano. E in fondo, a paragone del privato dove regnano dinamiche di sfruttamento ottocentesco che al confronto la Londra della rivoluzione industriale sembra la Svezia di oggi, è davvero così. I dipendenti pubblici se la passano in media meglio dei privati, è un fatto (1). Quello che mi...

0

Sistema liberale ed autoritarismo

di ALESSANDRO APE (RI Reggio Calabria) Il sistema liberale vira sempre verso l’autoritarismo. D’altronde i liberali hanno sempre appoggiato le peggiori dittature. La distruzione del welfare e il taglio della spesa pubblica, il vincolo esterno e lo strozzinaggio dei “Mercati”, la cessione definitiva della “sovranità”, il disfacimento dello Stato in favore delle “autonomie”, cioè di parti di esso in concorrenza tra loro, tutti questi dogmi liberali che si traducono in meccanismi ben precisi, non consentono...

1

La paura come “fonte del diritto”?

di STEFANO ROSATI (RI Rieti) Il consiglio dell’ordine degli avvocati di Roma ha organizzato un convegno dal titolo molto esplicito: “Il lockdown del diritto”, e di questo va riconosciuto il merito al consigliere Galletti (qui il video che consiglio di vedere). Dopo un anno, seppur tardivamente, la classe forense comincia esplicitamente a denunciare l’incostituzionalità, l’irrazionalità, l’inefficacia, l’inutilità delle misure gravemente lesive di fondamentali diritti costituzionali, assunte dal Governo con l’appoggio di tutte le forze parlamentari....

0

Ascoltare gli esperti

di EMILIO MARTINES (RI Padova) Quando vi dicono di ascoltare gli esperti, ricordatevi che gli esperti possiedono le conoscenze tecniche, e questo è senza dubbio importante, ma sono prigionieri di schemi mentali precostituiti che vengono loro imposti dalla comunità scientifica di riferimento. In questi contesti, il discredito e la pressione sociale nei confronti di chi assume posizioni eretiche rispetto alle idee in quel momento dominanti possono assumere livelli terrificanti, oltre ad avere immediati risvolti pratici...

0

Un grandissimo scopo

di ANDREA D’AGOSTO (RI Bari) Il Congresso del FSI (Fronte Sovranista Italiano) del 27-28 marzo ’21 rappresenta uno spartiacque storico nell’area dell’antieuropeismo e dell’antiliberismo. Il primo Partito politico ad aver individuato lo scopo storico di fase, ovvero la riconquista della sovranità popolare e democratica contro i Trattati istitutivi di tutti gli enti dell’UNIONE EUROPEA, dalla BCE all’EURO, nella nuova via del neosocialismo patriottico, con una dolorosa decisione, ma una decisione assolutamente razionale, decide di modificare...

0

Riconquistare l’Italia

di PASQUALE DI CROSTA (RI Chieti) Dopo la grande delusione di qualche anno fa avuta con il M5S (notti, tempo, soldi, sacrifici, comizi, volantinaggi, banchetti etc etc persi nel nulla) devo dire che mi ero davvero stancato non solo di partecipare attivamente alla vita politica ma perfino di seguire dibattiti, chiacchiere e robe del genere. La delusione era stata davvero tanta e la sfiducia verso nuovi e vecchi soggetti ancora di più, perciò avevo detto...

0

Alla riconquista di Roma

Trasporti, raccolta dei rifiuti, cura del verde, municipalizzate e il ritorno dei sesterzi. Su “Non è la Radio”, Gilberto Trombetta, candidato per ‘ ha raccontato una parte del programma per le prossime elezioni comunali. Qui l’intervista.

0

Resilienza

di CLAUDIA VERGELLA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma) La parola resilienza è una bella parola? Per capirla meglio, ho letto varie definizioni e spiegazioni e sono giunta alla conclusione che non è una bella parola e che viene evocata con insistenza perché rispecchia i disvalori della società attuale. Se per resilienza intendiamo la capacità di assorbire le difficoltà e risollevarsi, è giusto che se ne occupi la psicologia, per aiutare l’individuo a rafforzarsi. Ma la società non...

0

Questo è il momento della serietà e dell’impegno

di ANDREA D’AGOSTO (FSI-Riconquistare l’Italia Bari) Se sei una Partita Iva, un artigiano, un professionista, un piccolo e medio imprenditore, se sei un operaio, un impiegato, un precario e sei giustamente terrorizzato dal futuro, di perdere il tuo lavoro e il tuo reddito non puoi pretendere in modo razionale che chi ha provocato il disastro possa salvarti. Non puoi chiedere pane a chi te lo toglie. Questo è il momento di riflettere su di un...

0

“L’ultimo argine”

di PIERLUIGI BIANCO (FSI-Riconquistare l’Italia Lecce) Sento dire in giro: “questo è l’ultimo argine”. Lo sento dire spesso e ormai da anni. Beh, cari amici, in verità vi dico che argini non ce ne sono più da quasi mezzo secolo. Poche chiacchiere, mi dispiace ma è così. L’unico argine sarebbe un Partito popolare e va ricostruito… https://riconquistarelitalia.it/assemblea-nazionale-del…/

1

“Accadono cose strane…”

di MATTEO MODULON (FSI-Riconquistare l’Italia Verona) Il meccanismo funziona così più o meno. L’Inghilterra possiede la propria banca centrale. Il ministero del tesoro inglese emette Titoli di Stato. I tassi d’interesse di quei Titoli li decide il ministero. La Banca Centrale compra quei titoli emettendo moneta che da alle casse dello Stato. E il governo inglese può tranquillamente investire per far crescere l’economia e il benessere del Popolo. Da noi le cose funzionavano così dal...

0

La rassegnazione

di CLAUDIA VERGELLA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma) Rispetto a tre anni fa ho potuto constatare che le persone del mio quartiere (a Roma) sono molto cambiate. L’occasione per accorgermene sono stati i banchetti organizzati a scopo di divulgazione politica e la raccolta di firme. Solo tre anni fa molte persone si fermavano volentieri a parlare di politica, esprimevano sfiducia, ti contraddicevano su alcune prese di posizione, ma avevano voglia di parlarne. Oggi è molto generalizzato un...