Taggato: FSI

1

Lo spirito romantico

di STEFANO D’ANDREA Nel settembre 2020 ci guarderemo dentro e saremo contenti del numero di militanti, delle loro capacità e del loro valore umano, del numero di simpatizzanti, di esserci fatti conoscere da qualche milione di persone, dell’organizzazione e dei documenti programmatici approvati. Poi ci guarderemo dietro e la strada percorsa in otto anni ci apparirà semplicemente la prima tappa di una lunghissima marcia. Poi ci guaderemo ai lati e verificheremo se altri gruppi avranno...

0

La nostra esperienza nelle elezioni regionali del Lazio

di STEFANO D’ANDREA Venerdì 9 marzo abbiamo svolto un Comitato Direttivo allargato ai soci del Fronte Sovranista Italiano che si sono candidati nelle elezioni regionali del Lazio, per trarre insegnamenti dalla nostra prima esperienza elettorale a livello regionale con il progetto Riconquistare l’Italia. Espongo brevemente tutto ciò che abbiamo appreso e che darà maggior forza ai tentativi di partecipare alle regionali, in almeno altre nove regioni, nel triennio 2018-2020. Innanzitutto abbiamo avuto riscontri estremamente positivi...

6

La politica nobile

di STEFANO D’ANDREA Proporre le idee nelle quali si crede; organizzare uomini e far parte di una organizzazione di uomini per diffonderle e difenderle; disciplinare ed essere disciplinato; formare caratteri e idee di militanti, quadri e dirigenti e formarsi; collocarsi nei tempi storici e non nel tempo nostro personale e in una dimensione collettiva di classi e ceti, di nazione, di popolo, non individuale: essere parte. Questa è l’unica politica che deve praticare l’uomo di...

0

Vi spiego il reddito di cittadinanza

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara) Il reddito di cittadinanza non è altro che la “Jobseeker’s Allowance” inglese, cioè un sussidio di disoccupazione erogato agli iscritti alle liste di collocamento e che si interrompe temporaneamente in caso di rifiuto dell’offerta di lavoro e definitivamente o comunque per un lungo periodo dopo un numero dato di rifiuti (sono tre nel caso inglese, in cui vengono erogati circa 400 euro al mese a cadenza bisettimanale). Questa è la...

0

Il quadro parlamentare e quello sociale: le destre e la scomparsa della sinistra

di STEFANO D’ANDREA Siccome il M5S è un partito diretto dall’alto, è stato facile farne ideologicamente un altro PD, “onesto” per carità, ma ideologicamente un altro PD. Insomma, in Parlamento abbiamo una destra liberal per il grande capitalismo cosmopolita, per 3/5 “onesta” (M5S) e per 2/5% “corrotta” (il PD), parti destinate ad allearsi, perché con il proporzionale partiti che hanno le stesse idee devono stare per forza assieme. Appena appena diversa Forza Italia, composta per...

0

Si è chiusa la campagna per le elezioni regionali del Lazio: un resoconto

di STEFANO D’ANDREA Chiusa la campagna elettorale per le elezioni regionali del Lazio, è utile una riflessione su obiettivi e risultati. Intanto abbiamo scelto un nome, per questa elezione regionale e per le svariate altre alle quali parteciperemo negli anni 2018-2020, “Riconquistare l’Italia”, in luogo di altri per i quali avremmo potuto optare e in luogo del nome del nostro partito. Ebbene, per quanto mi risulti e sebbene abbia cercato di assumere informazioni, nessuno dei...

0

La scheda elettorale che avrei voluto

di MASSIMILIANO SIST (FSI Latina) La scheda elettorale che avrei voluto, quella che invece ho ricevuto e il partito che non posso (ancora) votare. Qualche giorno fa ho ricevuto il plico per poter votare alle elezione del 4 Marzo in quanto iscritto all’AIRE, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero. Aprendolo mi si è presentato uno spettacolo desolante, nove liste presenti ma un unico scandaloso comune programma, sempre lo stesso da trent’anni a questa parte. Ho quindi...

0

Contro il metodo del Partito Unico, il valore dalla militanza nel FSI

di SILVIA BERTINI (FSI Roma) Da quando mi sono associata a questo “piccolo” partito, mi è capitato in qualche occasione di incontrare o essere contattata da qualche “big” della politica (o comunque persone di un certo peso), sia di destra che di sinistra. Quel mondo, con il particolare modo di ragionare dei suoi attori, mi era totalmente estraneo: mai lo avevo toccato così da vicino. In una specifica occasione mi sono trovata con vari esponenti, tutti...

0

Riconquistare l’Italia: una lunga fase si è conclusa

di STEFANO D’ANDREA Il carnevale elettorale dei partiti liberali, variamente mascherati, sta per finire. Tra breve avremo l’ennesimo governo liberale, in un Parlamento dominato dai liberali. I tifosi taceranno, eccettuati gli ingenuotti (si spera pochi) che trascorreranno tre o quattro anni a prevedere erroneamente e ad invocare elezioni anticipate. E salvo, purtroppo, riaccendere il tifo, ancor più ingenuamente, in occasione delle inutili elezioni europee, la cui unica funzione è di legittimare l’Unione Europea, i Patrioti, i...

0

Questi sono i politici dei quali l’Italia ha bisogno: Stefano Rosati in conferenza stampa al TGR

Oggi è un giorno importante, perché abbiamo parlato per la prima volta per oltre 40 minuti agli Italiani, attraverso la TV di Stato. Siamo convinti che nessuno degli ascoltatori sia rimasto indifferente e che non pochi avranno pensato, ascoltando le parole del nostro Stefano Rosati: “Questi sono i politici dei quali l’Italia ha bisogno”.

0

E’ ufficiale: la lista Riconquistare l’Italia partecipa alle elezioni regionali nel Lazio

di STEFANO D’ANDREA (da RICONQUISTARELITALIA.IT) Con grande gioia annuncio che la lista “Riconquistare l’Italia”, promossa dal FSI, ha raccolto tutte le firme richieste dalla legge ed è stata ammessa a partecipare alle elezioni regionali del Lazio. Si tratta già di un grande successo. Questo grande successo è dovuto a molti fattori: alla intuizione del Comitato Direttivo che forse nel Lazio avevamo forze sufficienti per organizzare l’azione in soli tre mesi; al precedente tentativo cittadino avezzanese,...

3

Come si uscirà dall’euro – come si porrà fine all’Unione Europea

di STEFANO D’ANDREA La tesi secondo la quale dall’euro ci avrebbero tirato fuori quelli che ci avevano tirato dentro era risibile e si è rivelata palesemente sballata. La tesi secondo la quale la fine dell’euro era “imminente” (è stata considerata imminente per anni) era di un economicismo infantile e si è rivelata totalmente sballata. La tesi secondo quale all’euro avrebbe posto fine il Front National era assurda, per chi aveva compreso la natura non rivoluzionaria del...