Emergenza coronavirus e crisi economica: come uscirne

Potrebbero interessarti anche...

15 risposte

  1. Gabriele ha detto:

    Sí, tutto bello, diamo a questi, diamo a quelli, spendiamo, investiamo….. Ok siamo tutti d’accordo.
    Nessuno può essere contrario a un progetto pensato in questo modo, semmai si può fare di più!
    Raddoppiamo gli importi!
    Domanda: con quali soldi finanziamo queste uscite di bilancio?

  2. Luigi Maria pietrobattista ha detto:

    1. SI legge che se il virus persiste sono probabili nuove mutazioni con aumento patogenicita’
    È una posizione espressa da alcuni ma a mio avviso a verrebbe esattamente il contrario: se il virus persiste si avrà riduzione di patogenicita’
    2. Di certo si dovranno prevedere misure da intraprendere per una convivenza con il virus considerando quasi impossibile l’eradicazione
    3. Sul numero di infetti 10 voltre superiore esistono lavori statistici che confermano tale ipotesi
    4. Si deve assolutamente riconoscere l’inadeguatezza del non citato consulente del governo dell’ISS che non ne ha azzeccata una.
    5. Circa le ulteriori misure da attuare il problema principale è la programmazione. Vorrei portare la mia esperienza al distretto sanitario della mia ASL, il personale addetto ad effettuare i tamponi non aveva i DPI previsti per queste emergenze semplicemente perché nessuno li aveva mai richiesti. Sono stati forniti dal servizio veterinario che nel 2009 quando la pandemia di influenza suina imperversava in altri continenti aveva ben pensato di dotarsi di tutti i DPI necessari in caso di necessità a differenza degli altri servizi.
    6. Circa i divieti inutili è necessario differenziare misure valide per città e per luoghi di campagna o montagna.
    7. Unica consiterazione economica: direi che non esistono alternative agli euro Bond (coronabond)

  3. Giovanna Lotti ha detto:

    Grazie … x mie carenze di preparazione di base sul tema economia, i ragionamenti sul pil non sono il mio forte, ma stavolta mi pare di aver capito pure questo punto.
    Il documento in generale mi pare davvero ben spiegato divulgativo diretto onesto intelligente ma soprattutto finalmente umano.
    Vorrei dire però che sono anche preoccupata x i lavori che stanno andando avanti della rete 5G e dell’attivazione di questa anche nei molti comuni che si erano opposti!!! Potrebbe nuocere in modo davvero grave alla salute e gli studi esistenti non sono ancora sufficienti per affermare il contrario, ma pare che in questo momento il governo stia facendo passare anche questo, senza consenso ne’ informazione chiara ai cittadini. È vero vi risulta?
    Se sì allora x favore inserite un’ analisi di questo punto nel vostro documento.
    Capisco che sono temi su cui ci si può dividere, ma non sospendendo il giudizio sulla dannosità e analizzando almeno il punto per cui non è ammissibile legiferare ora, senza possibilità di un dibattito, su un argomento così delicato che riguarda la possibile alta pericolosità per la vita di ogni uomo.
    In questi mesi siamo in questa grave situazione per fermare un contagio di un virus che puo’ uccidere anche se la letalità è ancora bassa ma potrebbe mutare, la cosa si sta studiando… ma intanto le più alte precauzioni sono state prese…non sta in piedi allora omettere qualcosa che sta avvenendo nonostante non sia stato escludo che potrebbe essere altrettanto pericoloso se non peggio. Credo vada assolutamente chiesta la sospensione di permessi in proposito in attesa di ulteriori studi.

  4. Emilia ha detto:

    Spero che questo virus non si prolunghi per 2 anni, come ho letto. . Confido in questo programma fsi riconquistare l ‘Italia…

  5. Silger ha detto:

    Pienamente d’accordo. Fuori da questa Unione Europea destinata a far fuori paesi come l’Italia, concorrente scomodo da eliminare. Spero che l’infausta situazione sia l’occasione agognata di evadere da questa prigionia europea.
    W l’Italia liberata e sovrana!

  6. Giovan Battista ha detto:

    Tutto il programma dell’uscita dall’euro ( che si fonda su ipotesi scontate ma la realtà spesso sconfessa) mi sembra che non tenga conto dell’oscillazione dei cambi. Mi vien da pensare come il venerdì sera si dicida la partenza del piano B (che sicuramente i mercati subdureranno qualche giorno prima) durante la notte con mercati aperti in America cosa possa succedere. Poi la nostra nazione che si fonda su un tessuto manifatturiero, quindi senza materie prime e industria di trasformazione, con che pagherà il debiti, in dollari e quale cambio?. Per giungere ad avere i benefici della svalutazione che permetterà un vantaggio nei confronti dei paesi esteri nostri concrrenti la totalità dei redditi fissi saranno stroncato da un’inflaziobe importata devastante. Per non parlare dei debiti pregressi in euro. Non credo che sia realistico pensare a un cambio della nuova lira/euro uguale a 1.

  7. Stefano D'Andrea ha detto:

    In realtà, il cambio nel documento è previsto per la lira interna, quando esci poi lasci oscillare.
    Il livello del commercio estero è alto perché abbiamo euro. Ovvio che si ridurrà Importazioni di Cina e Usa sono 17 e 18%. Perché bisogna avere il 30% è un dogma? Si esporterà di meno e si importerà di meno e si produrrà di più per il mercato interno. Se si vuole esportare per il 30% e importare per il 30% ti devi tenere l’euro. Solo in Europa il pil estero sul pil è così alto. Ma a cosa serve?

  1. 15 Aprile 2020

    […] abbiamo elaborato, scritto e diffuso il documento del Comitato Direttivo Emergenza coronavirus e crisi economica: come uscirne. Questo documento, ad oggi ha ricevuto oltre 30000 visualizzazioni uniche su Appello al Popolo, e […]

  2. 17 Aprile 2020

    […] Il documento completo si può leggere al link http://appelloalpopolo.it/?p=57222. […]

  3. 20 Maggio 2020

    […] Riportiamo un lungo post del Prof. Guido Silvestri, ricco di considerazioni interessanti, che per molti aspetti confermano la bontà delle analisi che svolgemmo nel nostro documento “Emergenza coronavirus e crisi economica: come uscirne“. […]

  4. 1 Ottobre 2020

    […] per cui non c’è possibilità di essere incasellati in posizione diversa dalle due precedenti.Qui il documento del FSI-Riconquistare l’Italia elaborato a marzo e pubblicato il 2 […]

  5. 20 Ottobre 2020

    […] il 2 aprile quando pubblicavamo (e inviavamo a tutte le redazioni e a molti accademici) questo documento sul COVID che, riletto oggi, è più valido e attuale che mai. Non credo che altri partiti abbiano […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *