“Tolleranza zero”: la guerra del neo-liberismo contro i poveri

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. Ugo Mussi ha detto:

    Ottimo articolo, sarebbe bello però, visto che molti qua sanno scrivere bene, spiegare con termini SEMPLICI, in modo che chi viene da fuori, possa capire….perché la gente non sa cosa sia il NEOLIBERISMO, nessuno pensa che siamo in dittatura ‘occulta’…. il 90% pensano che la crisi sia una cosa ‘ciclica’……
    Un articolo fisso nel sito, che spiega cosa sia il NEOLIBERISMO, non farebbe male, se no la politica rimane fuori agli esclusi della società….

  2. Davide Visigalli ha detto:

    Ce ne siamo accorti, Ugo. Ora ne abbiamo anche le forze. Entro qualche mese faremo una sezione con l’ABC del sovranista. Pochi concetti, chiari che rimandano all’approfondimento. Grazie della dritta.

    • max ha detto:

      Caro Davide, mi permetto di suggerire alcuni punti del sopracitato ABC, sperando di non risultare inopportuno.
      – Spiegazione dei saldi settoriali e del valore del deficit, anche come strumento strategico della nostra costituzione. Questa spiegazione mi sembra importante anche perché mostrando i documenti ufficiali del fsi, la risposta più frequente che mi è capitata è la seguente: “ si bello ma le coperture?”
      – Spiegazione semplice della repressione finanziaria e del divorzio
      – Spiegazione del ruolo dell’ inflazione ( a chi serve?, che legame ha con l occupazione?, quale ruolo ha nell’ unione europea, e quale ruolo aveva nel trentennio glorioso?)
      – Il fatto che il 3% (combinato con gli interessi passivi) ci costringe a fare avanzi primari, fornisce la possibilità dialettica di rendere MATEMATICA la necessita di disintegrazione della UE, pena la sparizione graduale e come detto matematica ed inevitabile non solo dello stato sociale (pensioni sanità istruzione) ma dello stato in se (giustizia ed eserciti privati). Ecco, poiché la matematica non è un opinione non mi farei sfuggire questa possibilità dialettica.
      – Spiegazione semplice di quelle che Stefano D’Andrea ha chiamato le 5 liberta imposte dall unione europea: cosa comporta la libera di circolazione di capitali, merci, servizi, persone, e il divieto di aiuti di stato.
      – Spiegazione delle conseguenze della moneta unica, e del ciclo di Frenkel.
      Una spiegazione semplice di questi punti credo che darebbe gli strumenti a molte persone per orientarsi in questa crisi, e sarebbe anche una specie di prerequisito per comprendere a pieno la bellezza dei documenti ufficiali . questa la mia umile opinione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.