Il testamento di Gheddafi

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. stefano.dandrea ha detto:

    Pietro e Andrea, figli miei, un giorno vi racconterò di Gheddafi e di come un uomo deve saper morire

  2. la congiura degli eguali ha detto:

    ha ragione costanzo preve: gheddafi dovrebbe essere ricordato come un icona al pari del "che" guevara; per adesso la propaganda che ha sostenuto la aggressione imperialista, ha impedito una serena riflessione e giudizio; quando però tutto sarà decantato, e gli avvenimenti futuri della libia saranno simili a quelli dell'iraq, allora cominceranno a sorgere nella maggioranza del popolo libico dei ragionevoli dubbi sull'operato delle forze di aggressione imperialiste e colonialiste, e nascerà una nuova resistenza per la liberazione della libia, che spazzi via gli occupanti che adesso si stanno servendo dei servi e traditori; i democratici sinceri di tutto il mondo e dell'italia avranno il dovere di sostenere le forze di liberazione libiche, infischiandosene della  propaganda menzognera dei nostrani mezzibusti televisivi di regime,  dal tg1 al tg3, sempre al servizio dell'aquila rapace amerikana.

  3. mario ha detto:

    Gaddafi é un eroe ed a quanto pare le sue parole sono state ascoltate.
    gia dal 30 dicembre le forze della resistenza verde controllano la citta' di SABHA , in questi giorni hanno liberato BANIWALID, TARHUNA, e ZILTEN come al solito a noi la tv non ha detto niente. La situazione e' ben diversa da come la presentano gli assassini della NATO ed i loro gangster/ratti. del resto come potevano dirlo dopo quello che gli uomini della resistenza verde hanno trovato?. roba da far impallidiore un ufficiale delle SS .
    date un occhiata al sito libyasos.blogspot.com
    Sarebbe ora che qualcuno incominciasse a far sapere la verita' .
    Comunque sono daccordo con Gaddafi, prima o poi il popolo libico vincera' e fara' piazza pulita dei ratti e dei loro sostenitori. 5milioni di persone sono con mohammar e la JAMAHIRIYA solo qualche depravato e' con i ratti!.

  4. Luciano Del Vecchio ha detto:

    Stiamo vivendo anni drammatici. Ognuno di noi è chiamato a fare scelte onorevoli, un dovere reso più facile e naturale se davanti a noi abbiamo l'esempio di un Grande che si identificava con il suo popolo. Il suo è un testamento di straordinaria nobiltà, che risalta quanto più lo si confronta con la vile e ignobile reazione di esultanza, esibita in televisione, del segretario di stato statunitense all'atroce uccisione del colonnello Gheddafi. MI chiedo quanti miei connazionali sentono l'onore di proteggere la nazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.