ELEZIONI EUROPEE: l'effetto falso inesistente, falsamente affermato dai media, diverrà perciò esistente ma ben presto svanira'

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Massimiliano Sist ha detto:

    L'unica cosa vagamente interessante,almeno secondo me, sarà vedere quanti voti prenderà Borghi dopo l'appello a votarlo di Bagnai. Non conosco perfettamente il meccanismo elettorale delle europee (alle quali non voterò) e quindi non so se si riuscirà ad inferire l'impatto di Bagnai sui voti presi da Borghi. Così a sensazione direi che sarà molto limitato. L'otto giugno ci sarò.

  2. mezzo pensante ha detto:

    questa analisi è imprecisa. perchè è vero che le elezioni europee non contano nulla.

    però se un partito pure in fin dei conti NON realmente alternativo come il M5S riesce davvero a superare il PD quanto a consenso gli echi del botto si risentono bene anche in Italia.

    e non per cambi di equilibrio al parlamento europeo che è una farsa infatti….ma per l'ulteriore pepe al culo che la cosa metterà alla nostra elite nazionale che oramai è sempre più chiusa in un angolo.

    Questo provocherà una reazione. non so bene immaginare quale….mi verrebbe da dire a intuito che sarà piuttosto aspra e spietata….però di sicuro non sarà una cosa che passa in un mese…ma indurrà mutamenti nella gestione politica del paese: o ragionevoli o all'opposto come credo io.

    della serie: "il tempo sta davvero finendo muoviamoci a smantellare quel che resta del Paese."  questo sarà il Renzi pensiero se i 5S dovessero sorpassare il PD. e sarà anche quello dell'elite francese in caso di successo del FN. 

     

    • stefano.dandrea ha detto:

      "gli echi del botto si risentono bene anche in Italia". Quali? Lo specifichi: "er l'ulteriore pepe al culo che la cosa metterà alla nostra elite nazionale". Non mi sembra un argomento superiore all'esigenza di delegittimare l'istituzione.Non vedo il vero vantaggio.Non siamo ridotti a questo punto da andare a votare per mettere "pepe nel culo".

      Tu poi aggiungi: "che oramai è sempre più chiusa in un angolo". E' un'opinione. Per me il partito unico delle due coalizioni ha il 75% del consenso. Berlusconi sostiene Renzi e lo sosterrà ancora di è più se perde le elezioni europee (in tal caso non può esservi dubbio che andremo a votare tra il 2017 e il 2018). Idem gli autonomisti. Idem la "sinistra" del PD, la quale sa che Renzi, se gli è utile, è disponibile a spaccare il partito e a prenderne 2/3. E in SEL c'è Migliore che entrerà nel PD.

      Per me l'unica conseguenza positiva, in caso di grave sconfitta di Forza Italia e di successo del M5S, è che, come ho scritto, non approveranno il premio di maggioranza, in modo da avere la certezza che l'alleanza centro(sinistra)-centro (centro)-centro (destra) abbia almeno il 70% dei voti, anche nella prossima legislatura. Il m5s non potrà mai andare sopra il 30% alle politiche (alle europee potrebbe, pur perdendo voti, perché prende soltanto voti "ideologici", sebbene confusi, e non voti di potere; mentre gli altri partiti non prenderanno i voti di potere normalmente portati da cricche locali,regionali e nazionali), per ragioni che scriverò in un futuro post.

      Insomma, fino a quando non ci liberiamo del M5S e lo sostituiamo con un vero partito sovranista (7/8 dei voti del M5S, se questo partito esistesse, sarebbero in libera uscita: resterebbero al M5S soltanto tastieristi e moralisti), è inutile che stiamo a parlare e a votare. In questo momento storico servono soltanto coloro che militano disciplinatamente e intelligentemente per la costruzione del partito della rivoluzione italiana. Gli altri non servono.

      • mezzo pensante ha detto:

        il mettere pepe al culo è importante al fine delle conseguenze che può portare.
        io penso che la previsione della reazione delle forze politiche che fate sia troppo deterministica. esiste un elevato livello di imprevedibilità nel futuro prossimo anche per il fatto che il nostro destino è strettamente legato a quello degli altri paesi europei.
        e in un paese europeo almeno (la francia) il terremoto avverrà.

  3. stefano.dandrea ha detto:

    Mezzo pensante, non bisogna pensare a metà 🙂

    Ti rispoderò con calma domani. Il tuo è un ragionamento stimolante,perché a mio avviso parziale.

  4. gios ha detto:

    I capi del M5S saranno pure dei finti sovranisti ma se non li mandi al governo la gente non lo vedrá mai. Se il PD alle europee supera il M5S questo rimarrá all’opposizione per i prossimi 4 anni e da lì potrá tranquillamente continuare canalizzare il dissenso per i prossimi venti.

  5. annapaola ha detto:

    mi sembra semplicemente stiate giuocando a lotto. Posso ammettere di capire poco in questa spece di  proiezioni, la cosa che in ogni modo assolutamente non condivido è quella di non andare a votare. Se questo nuovo partito è in embrione non è più corretto adare e rifiutare la scheda spiegando il perchè? Io l'ho già fatto, c'è stato un pò di scompiglio, ho dovuto essere MOLTO decisa poi però è andato tutto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *