Risposta a Rinascita, indirizzata anche a Patria e Costituzione, a Senso Comune e a tutti i “sovranisti costituzionali”

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Matteo Nigro ha detto:

    Cari amici del FSI,
    voglio semplicemente segnalarvi un’imprecisione.
    Esprimendo un giudizio sull’associazione a/simmetrie scrivete che “i soci e i simpatizzanti di questa “associazione” non si sono mai attivati per svolgere azioni nelle città italiane, nemmeno per organizzare proiezioni del documentario “La Grecia, il più grande successo dell’euro” da essi finanziato e realizzato”
    A tal proposito preciso che: il documentario è stato finanziato da una raccolta fondi in rete e libere donazioni e, per la parte mancante a coprire le spese vive, da un gruppo (che mi comprende) ancor più esiguo di 3\4 persone.E’ stato poi realizzato attraverso il lavoro gratuito di alcune persone. Tutto sempre a titolo personale.
    L’unica associazione che è intervenuta è Lire, da me presieduta, che è servita a dare un supporto legale e pratico (ad es. l’apertura di un conto corrente per la raccolta fondi) all’intera operazione.
    Può quindi essere che alcuni soci di a\simmetrie abbiano partecipato alla realizzazione e/o al finanziamento del documentario,ma come già detto, a titolo personale e comunque in misura parziale. Un ultima precisazione, il titolo del documentario è “Il più grande successo dell’euro” e non “La Grecia, il più grande successo dell’euro”.

  2. Dario ha detto:

    Bisogna rileggere l’art.11 Cost., su cui si fonda la partecipazione dell’Italia a centinaia di Organizzazioni inter-nazionali. Perché si parla soltanto di UE e mai di Organizzazione Internazionale del Lavoro (eppure l’Italia si fonda sul lavoro!), di Organizzazione Mondiale del Commercio, di International Standards Organization? Ne “Il Bandolo dell’euromatassa” racconto gli espedienti che tengono artificialmente i riflettori puntati sul defunto mercato europeo invece che sulla realtà del mercato globale. Vedi: http://www.dariociccarelli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *