Victory Day 66 vede la NATO come carnefici di massa

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. Tonguessy ha detto:

    E' un articolo che trovo irritante per molti versi. Il primo è che la Russia avrebbe potuto opporre il suo veto alla risoluzione 1973 dell'ONU e non l'ha fatto, dando così implicitamente l'avvallo alle operazioni imperialiste in atto, cosa questa mai menzionata dalla Pravda.

    Il secondo è che mi sembra più frutto di propaganda filorussa che giornalismo ragionato, così come fece Putin quando, all'indomani delle operazioni di "sostegno" a favore dei ribelli da parte di USA, NATO e UE, disse che tali operazioni erano in realtà una crociata che rimandava a tempi più bui. Sono portato a pensare che nella decisione di non opporre il veto sia stata una valutazione di tipo: "vedete dove stanno i cattivi?"  Sinceramente penso che la diplomazia si debba muovere su altri binari. Sfruttare le altrui disgrazie per farsi belli lo trovo riprovevole.

    Trovo infine irritante che di tutte le notizie ragionevoli che circolano sui fatti libici siano state prese solo quelle smaccatamente a sostegno di Gheddafi. Il presunto "addestramento ai diritti umani" ricevuto dalle forze di sicurezza libiche non trova riscontro nelle innumerevoli denunce di violenze sugli sfortunati inquilini dei campi profughi (grazie anche ai nostri respingimenti) così come ripetutamente  denunciatoda Caritas, Medici senza Frontiere, Amnesty International etc…

     

    secondo il rapporto 2006 del Direttore del Sisde, dr. Mori, al comitato parlamentare di controllo- «i clandestini vengono raccolti nei furgoni come cani, bastonandoli e legandoli, e trasportati in campi profughi dove i sorveglianti lavorano con maschere per gli odori nauseabondi», dovuti alla mancanza di qualsiasi struttura igienica.

    Tutto ciò, naturalmente, nulla ha a che vedere con le sacrosante accuse di appartenenza al peggiore nazismo da parte di NATO, UE e USA e che l'articolista argomenta con forti tinte. 

  2. Claudio Martini ha detto:

    Bellismo articolo. Anzi: красивые статьи.

  3. carola ha detto:

    La risposta alle domande dell'articolo sopra è una sola : il popolo degli ignoranti assoggettati al potere hanno permesso di dare tutti questi diritti…lo scopriranno il giorno che lo stesso potere,per interessi propri si ritorcerà contro di loro.
    "Leaders occidentali come Obama, Sarkozy, Cameron e Berlusconi sono totalmente incapaci a risolvere i problemi che hanno a casa loro, e provano a compensare tale incapacità impegnandosi in azioni delittuose nei vari luoghi del mondo, l'ultima delle quali è avvenuta in Libia."
    Per nulla vero, magari fosse per un idiozia del genere questi signori si comportano come ai tempi dei celti vanno alla ricerca di nuovi territori da conquistare dopo avere svuotato  i propri e non solo questo…e poi si sa l'interesse personale ci mette del suo.
    Nel web si possono leggere articolo contro a Gheddafi basta leggerle…
    Ma basta riflettere su alcuni punti da rendersi conto che alla fine Gheddafi forse non è poi cosi stronzo, il solo fatto che abbia come guardie del corpo esclusivamente donne, dovrebbe far riflettere…ma si potrebbe riflettere anche su altre cose.
    Non dico che sia un santo, ma nemmeno un diavolo, credo il il signor Bush  sia riscito a far di peggio.
    La democrazia nei paesi democratici non esiste è tutta una dittatura solo che sfrutta mezzi diversi, modalità diverse…ma se vi guardate intorno troverete solo regole e leggi tutte a favore di pochi. Vi dicono cosa potete pensare, cosa potete scrivere o dire…stanno costruendo una scuola degli "ignorati" si sa la cultura rende gli uomini liberi.
     
     

  4. Eugenio Orso ha detto:

    Non amo particolarmente la geopolitica, ma il discorso geopolitico che emerge dall'articolo presentato non è convincente, e dovrebbe essere affrontato in modo diverso.
    Non sono convincenti né l'ipotesi dello scatenamento della guerra aerea contro la Libia, da parte dei leader occidentali, puramente per una "compensazione" della loro incapacità nel risolvere le questioni economiche e sociali interne [ma siamo sicuri che vorrebbero veramente risolverle potendolo fare, visto che l'assetto di crisi di lungo periodo è un elemento strutturale del Nuovo Capitalismo?] né la visione idilliaca di Gheddafi come di un emancipatore che ha fatto sempre e soltanto il bene del suo popolo, e avrebbe voluto emancipare tutta l'Africa, ma non l'hanno lasciato fare.
    Mi fermo qui, ma l'analisi di questa Lisa Karpova può essere criticata in molti punti.
    Saluti
     
    Eugenio Orso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.