Taggato: default

2

Repressione finanziaria, potere monetario e cancellazione del debito

  di Stefano D'Andrea 1. Repressione finanziaria come situazione e come regime giuridico. 2. Una lunga stagione di repressione finanziaria. 3. Contro la cancellazione del debito pubblico. 4. La giustizia del regime di repressione finanziaria. 5. Il regime giuridico italiano di repressione finanziaria. 6. Conclusioni e proposte.  1. Repressione finanziaria come situazione e come regime giuridico. Repressione finanziaria è espressione sconosciuta ai più. Nell’uso volgare indica due diversi fenomeni: una situazione, creata da un’azione politica;...

1

L’impotenza dei mandolinari

di Giuseppe Masala Zeroconsensus Credo sia evidente a tutti che la situazione stia per precipitare: i rendimenti dei Bonos decennali spagnoli sono schizzati ad oltre il 7,2% e quelli degli equivalenti BTP italiani ad oltre il 6,10%. Ormai i mercati finanziari sembrerebbero chiusi per i due paesi mediterranei. Certamente la situazione spagnola appare peggiore; la disoccupazione è più alta ed al dissesto del proprio sistema bancario si somma il dissesto delle finanze pubbliche delle regioni...

0

La Grecia e noi: dalla speculazione finanziaria al protettorato atlantico

Circa due anni fa (maggio/giugno 2010) pubblicammo sulla rivista cartacea "Indipendenza" lo scritto che segue. Ci sembra utile riproporlo ai lettori di "Appello al Popolo" per la sua attualità e la necessità di non perdere di vista i termini (cause e finalità) essenziali della situazione di fase che stiamo vivendo e che riteniamo sia appena agli inizi.    ***  LA GRECIA E NOI: DALLA SPECULAZIONE FINANZIARIA AL PROTETTORATO ATLANTICO – i “come” e i “perché”...

0

Argentina: un "banco di prova per il Collasso" dell'ingegneria Finanziaria

di Adrian Salbuchi Global Research traduzione per Comedonchisciotte a cura di Reio Esattamente dieci anni fa l'Argentina subì un vero e proprio collasso finanziario e politico.Dopo un decennio in cui abbiamo seguito quello che gli "esperti" del FMI, i banchieri internazionali e le agenzie di rating ci hanno detto di fare, questo è il risultato finale. L'allora presidente Fernando De la Rua ha applicato fino all'ultimo minuto tutte le ricette del FMI, facendoci ingoiare i...

0

Fuori dalla gabbia dell'euro e dell'Unione Europea. Per la sovranità e la liberazione

E' stata definita «colpetto di Stato» la nomina a senatore di Mario Monti, nemmeno mai eletto, da parte del presidente di Italy-land, l'atlantista di ferro Giorgio Napolitano, pochissimi giorni prima di conferirgli l'incarico di governo. Il commissariamento euroatlantico dell'Italia si è cosi palesato in modo sfacciato, sostituendo un esecutivo di destra con un altro ancora più a destra quale quello guidato da Monti. Il punto di non ritorno nell'affidabilità sino a quel momento conferita, obtorto...

6

La soluzione popolare per la crisi italiana: ritorno alla moneta nazionale, svalutazione, dirigismo e protezionismo.

di Stefano D'Andrea a seguire Gli Stati protezionisti sono nel boom di Maurizio Blondet Chi mi segue da un po' di tempo sa che suggerisco senza se e senza ma il protezionismo. Il protezionismo, e non il socialismo, è i contrario del globalismo – formula nella quale riassumo i dogmi della libera circolazione delle merci, dei capitali, dei servizi e delle persone in uno spazio nel quale i territori degli stati non sono più elementi...

0

La scelta strategica è l’uscita dall’euro o il default?

Riflessioni in forma di lettera agli iscritti e ai simpatizzanti di Alternativa nonché ai sostenitori dell’appello “Dobbiamo fermarli” di Stefano D’Andrea Cari amici, ho letto la bozza del programma di Alternativa, nella quale si propone una “ristrutturazione del debito” , con garanzia di pagamento integrale soltanto del debito detenuto dalle famiglie (1). E so che, come ho fatto io, molti iscritti ad Alternativa hanno sottoscritto l’appello “Dobbiamo fermarli”, contenente cinque proposte per un fronte comune...

0

L'Italia faccia come l'Islanda, scelga il default pilotato ed esca dall'euro

Intervista di Antonella Loi a Loretta Napoleoni Tiscali: economia Letta su Sollevazione "Sa che potrebbe essere il giorno in cui la Grecia andrà in bancarotta?". Curioso che il libro di Loretta Napoleoni, economista e consulente di terrorismo internazionale, compaia proprio oggi in libreria. Un testo, Il contagio (edito da Rizzoli), che fotografa l'attuale situazione internazionale nella quale anche l'Italia di qui a poco potrebbe trovarsi – drammaticamente – ad essere protagonista. L'esigenza (leggasi l'urgenza) è...

0

Forse è la volta buona

  di Uriel Fanelli Kein Pfusch Forse ci siamo. Per chi non lo sapesse, io sono un grande fan del default del debito pubblico. E ora, grazie a questa manovra, appare ormai inevitabile. Oh, so benissimo che alla fine dei conti tutti stanno seguendo logiche razionali. Ma il problema è che il gioco globale adesso punta lì. Che Berlusconi, dopo avere lasciato che il Parlamento combinasse un bordello stravolgendo più volte la manovra, avesse un...

0

Cosa ci attende se non optiamo per il default e l'uscita dall'euro

Mentre la Grecia è al tracollo finanziario ed è scossa dalle proteste, esaminiamo il crescente movimento di disobbedienza civile. La situazione greca suggerisce agli italiani di rifiutare il debito pubblico (non in mano a persone fisiche italiane) e di uscire dall'euro (SD'A). di Angelique Chrisafis Guardian.co.uk traduzione per Comedonchisciotte di Micaela Marri titolo originale Crisi del debito greco: la rivolta anti auesterità "noi non paghiamo"CCrisi del debito grec  Tra i lussuosi bar sullo storico lungomare di...

0

Popoli e intermediari finanziari

di Stefano D'Andrea Uno stato è un popolo organizzato su un territorio. Sul territorio il popolo si organizza dandosi una disciplina. Su quella terra, è il popolo che decide.   Un popolo e uno stato non sono dignitosi se si assoggettano al giudizio dei “mercati finanziari”. Sono addirittura stupidi se non posseggono un’agenzia di rating che li tuteli e ciononostante si assoggettano al giudizio dei mercati finanziari. In ogni caso non sono dignitosi . Non è dignitoso il...