Intervista a Giuseppe Mazzini

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. wlady ha detto:

    Un ipotetico giornalista un pochino di parte questo, fa le domande alla Marzullo, o peggio alla Vespa e alla Emilio fede.

    Come mai Signor Giornalista non chiede a Mazzini i suoi rapporti con la "Giovane America", o con Albert Pike, o meglio ancora con la "M.A.A.F.I.A.? e poi la scuola di massoneria con in testa il capo Lord Palmerston?
     
    E, poi, Visto che non era un massone come mai sin dall'età dei 23 anni pensava alla Roma dei popoli concependo una Europa Unita,  con l'ausilio della Giovane America, per portare a compimento la prima idea di un Nuovo Ordine Mondiale?

    Mazzini era ossessionato  dall'idea di un potere mondiale, Albert Pike era un Massone di 33° grado appartenente ai Cavalieri del Circolo d'Oro, ed insieme ad altri Massoni anelavano per tre guerre mondiali per prenderne la supremazia, cosa che non dispiaceva di certo a Mazzini, altroché avere "Una gran Voglia di rifare l'Italia questa volta fatta bene":
    Ecco, se io fossi stato quel giornalista, le avrei fatto queste domande e tante altre riguardo ai suoi amici discutibili e qualche volta assassini.
    Wlady
     

  2. stefano.dandrea ha detto:

    Caro Vlad,

    a mio avviso sono due profili diversi.

    Una cosa è stabilire se ciò che dichiara Mazzini nella ipotetica intervista  ha valore e ci può essere d'aiuto. Una cosa è stabilire se sono vere le cose che tu affermi e come devono essere valutate.

    Sul primo profilo tu, seguendo le orme di  Minzolini e Fede, hai taciuto. Può darsi che non ti interessi. Ma allora perché il profilo a te caro dovrebbe interessare ad altri?

    Il problema posto dll'"intervista" è se ciò che dice Mazzini ha valore o meno. Quando avrai preso posizione, potremo parlare, eventualmente, del profilo a te caro. E' chiaro che se non siamo d'accordo sulla premessa – ciò che dichiara Mazzini in questa ipotetica intervista ha valore e deve essere oggetto di attenzione e di riflessione – non ha molto senso riflettere sulla diversa valutazione di altri elementi.

  3. Claudio.Martini ha detto:

    Ma piantiamola! La massoneria era all'epoca a) uno strumento di comunicazione e  contatto infra-personale indispensabile tra persone catalogate come "sovversive", soprattutto nel mefitico e soffocante contesto dell'Europa post-Restaurazione: era una rete clandestina di rapporti fra persone di estrazione e provenienze molto diverse. b) qualcosa di vagamente simile ad una cospirazione di estrema sinistra, portatrice di idee e valori dirompenti rispetto al conformismo autoritario dell'epoca. Di che stiamo parlando?
    Mazzini era davvero ossessionato dall Ordine Mondiale del suo tempo, l'ordine imposto dalla Santa Alleanza. Mazzini desiderava l'instaurarsi di una pacifica comunità di repubbliche nazionali indipendenti, equi-ordinate, sovrane, libere, prospere. Come si fa  a non capire che questo programma, questo e non altro,  è la vera alternativa sia all'unitalertismo americano, che tutt'ora ci opprime,  sia al multipolarismo imperialista che ci attende!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.